martedì 8 novembre 2011

OLI 319: VERSANTE LIGURE - L’URLO

È un urlo di pioggia (in) marcia
potente ringhioso feroce
un urlo di fine di pace
che l’anima e la città squarcia
un urlo che è sempre più forte
di pianto che cade dall’alto
sul pianto di chi è sull’asfalto
un urlo di male e di morte
un urlo di stupro ambientale
e insieme di pura Natura
(e porta con sé più paura
l’atroce che è naturale).
Un urlo, d’angoscia essenza,
di rabbia e protesta furente
che cerca una colpa, e si sente
che a urlare di più è l’impotenza.


Versi di ENZO COSTA
Vignetta di AGLAJA
.

1 commento:

  1. Alessandro Ravera11 novembre 2011 01:25

    Un altro "Urlo", particolarmente adatto:
    Quale sfinge di cemento e alluminio gli ha spaccato il cranio e ha mangiato
    i loro cervelli e la loro immaginazione?
    Moloch! Solitudine! Sporco! Bruttezza! Ashcan e dollari irraggiungibili!
    Bambini urlanti sotto trombe delle scale! Ragazzi che gemono negli eserciti!
    Vecchi che piangono nei parchi!
    Moloch! Moloch! Incubo di Moloch! Moloch il senza amore! Moloch
    Mentale! Moloch il grande giudicatore di uomini!
    Moloch il carcere incomprensibile! Moloch prigione senz'anima ossa in croce
    e Congresso di dolori! Moloch i cui edifici sono sentenze!
    Moloch la vasta pietra della guerra! Moloch i governi
    stupefatti!
    Moloch la cui mente e' puro meccanismo! Moloch il cui sangue e' denaro
    che corre! Moloch le cui dita sono dieci eserciti! Moloch il cui petto
    e' una dinamo cannibale! Moloch il cui orecchio e' una tomba fumante!
    Moloch i cui occhi sono mille finestre schermate! Moloch i cui grattacieli
    si ergono nelle lunghe strade come innumerevoli Geova! Moloch le cui
    fabbriche sognano e stridono nella nebbia! Moloch i cui fumaioli e
    antenne coronano le citta'!
    Moloch il cui amore e' infinito olio e pietra! Moloch la cui anima e' elettricita'
    e banche! Moloch la cui poverta' e' lo spettro del genio! Moloch
    il cui destino e' una nuvola di idrogeno asessuato! Moloch il cui nome e' la
    Mente!
    Moloch nel quale siedo solitario! Moloch nel quale sogno Angeli! Pazzia nel
    Moloch! Bocchinaro nel Moloch! Senzamore e senzauomo nel Moloch!
    Moloch che e' penetrato presto nella mia anima! Moloch nel quale sono coscienza
    senza corpo! Moloch che mi ha terrorizzato via dalla mia estasi
    naturale! Moloch che io abbandono! Svegliati Moloch! Luce che urla dal
    cielo!
    Moloch! Moloch! Appartamenti robot! sobborghi invisibili! tesori di sheletri!
    capitali cieche! manifatture diaboliche! nazioni spettrali! manicomi
    invincibili! cazzi di granito! bombe mostruose!
    Si sono rotti la schiena per sollevare Moloch al Cielo! Pavimenti, alberi, radio,
    tonnellate! sollevando la citta' al Cielo che esiste ed e' dappertutto attorno
    a noi!
    Visioni! presagi! allucinazioni! miracoli! estasi! portati via dal fiume
    americano!
    Sogni! adorazioni! illuminazioni! religioni! l'intero bastimento di stronzate
    emotive!
    Cambiamenti radicali! al fiume! capriole e crocifissioni! via con la corrente!
    Esaltazioni! Epifanie! Disperazioni! Suicidi e grida di animali di dieci
    anni! Menti! Nuovi amori! Generazione ribelle! giu' sugli scogli del
    Tempo!
    La benedetta risata autentica nel fiume! L'hanno vista tutti! gli occhi selvatici! le benedette grida!
    Hanno dato l'addio! Sono saltati dal tetto! nella solitudine! facendo ciao!
    portando fiori! Giu' nel fiume! nella strada!

    RispondiElimina